Lettera aperta per tutti i vapore italiani,

Lettera aperta per tutti i vapore italiani,

siamo l’associazione Postribù di Rieti, e da anni gestiamo un aggregazione di acquisto alleato più in là a numerosi progetti sulla sostenibilità naturalistico e sociale.

Posteriormente il rivoluzione giacché ha rimescolato Amatrice e gente comuni entro Lazio, Umbria e Marche, ci siamo mobilitati in dare un sostegno alla ressa colpita, e parallelamente, ed riconoscenza all’impulso venuto da tutte le vostre chiamate (con cui chiedevate quali produttori aiutare) abbiamo potuto approfondire da adiacente l’economia dell’amatriciano, oppure massimo sostenere quel cosicché resta, raccogliendo le storie di tantissime persone.

Per un succedersi di amatriciane solidali, collette, raccolte fondi favore terremotati, passerelle mediatiche oltre a ovverosia minore mastodontiche, davanti di congetturare purchessia tipo di proponimento, volevamo occupare una mappatura quanto ancora precisa del drappo frugale camera anzi del sisma da paragonare per mezzo di ciГІ giacchГ© ne rimane quest’oggi: chi attualmente lavora, chi produce, cosa produce. Tutti questi dati siamo andati a recuperarli sul campo: viaggiando di quota con frazione, chiedendo a chi ГЁ rimasto, incontrando allevatori e piccoli imprenditori scampati alla tragedia e cosicchГ© cercano di riaversi con piedi.

Abbiamo incontrato piccole, piccolissime e medie aziende, ressa in quanto ha rovinato compiutamente e gente affinchГ© fortunatamente non ha disperato quantitГ .

Parallela alla tragitto alle donazioni e all’elenco grandissimo di iban sopra cui coinvogliare aiuti economici (destinati a chi? Utilizzati appena?) è aumentata la richiesta di prodotti “amatriciani”: tutti verso voler rifornirsi pecorino e lardo per l’amatriciana, e gruppi di guadagno da tutta Italia giacché ci scrivevano oppure chiamavano verso chiederci da quali produttori rilevare. Contro facebook c’era fino taluno in quanto dall’Inghilterra voleva contegno un colmo di insaccati amatriciani, a causa di sostenere la cittadinanza colpita dal terremoto. E perché mediante tantissimi ci avete preso maniera questione di rinvio locale attraverso verificare non solo la sincerità dello governo di indigenza delle aziende, non solo in consigli sopra quali prodotti avanzare, insieme questa comunicazione vorremmo appurare il nostro punto di panorama per attenzione.

Innanzitutto le produzioni ad Amatrice e dintorni sono veramente poche. Colui perchГ© emerge ГЁ una oggettivitГ  di piccole aziende situate nelle campagne delle frazioni circa ad Amatrice, Accumoli e Arquata, affinchГ© prima vendevano agli abitanti e villeggianti dei Comuni di rinvio, e perchГ© quest’oggi si trovano per doversi falsificare da zero una filiera di commercio, privo di sentire per molti casi gli strumenti necessari (il vescovo cominciato e maturato per azione non soltanto non conosce l’esistenza di una insidia di gruppi di compera, eppure non ГЁ adatto indipendentemente di raggiungerli).

Per parte di questi ci sono le medie aziende, che di danni importanti NON ne hanno avuti, neppure strutturali né sulla iter, sopra quanto erano e sono al momento inseriti per circuiti proficui di cessione (capace elargizione organizzata, fiere e mercati, gruppi di utilità, ecc) e che da codesto situazione di appoggio troveranno un autorevole bene conveniente. Vorremmo identificare cosicché abbiamo eletto di NONsponsorizzare queste aziende in quanto crediamo sia che possano farcela benissimo liberamente (stop eleggere una ricerca con internet e sono tutti abilmente indicizzati e pubblicizzati), tuttavia – sopra alcuni casi – ed attraverso dei requisiti di sequenza corta e di derrata 100% locale (in noi fondamentali con quanto lista di una architettura sostenibile) giacché alcune di queste aziende non possiedono.

Tenete guadagno cosicchГ© le impiego locali sono primariamente di scuderia ovino e di vacca, e unitamente produzioni fastflirting non accede limitate, per cui c’è realmente da fare una ragionamento riguardo a chi produce affare, modo, ovverosia da se proviene la tema prima. Sui numeri delle produzioni ГЁ potente fermarsi e trasformarsi coppia calcoli, nel caso che si ГЁ alla inchiesta di un derrata sicuramente locale, fine nell’eventualitГ  che parliamo di caseifici affinchГ© lavorano tutti periodo quintali di bianco, ovvero si ГЁ certi perchГ© alle spalle abbiano numerosi allevatori locali cosicchГ© conferiscono giornalmente il lattice spremuto, in caso contrario ГЁ ponderato chiedersi dato che ci come una inserimento per mezzo di latte proveniente da al di lГ  (ciononostante si puГІ comporre lo identico discussione in la ciccia). Nell’eventualitГ  che incontriamo in un capace supermercato un latticino venduto appena “a favore delle zone terremotate”, dobbiamo chiederci da se venga e modo cosГ¬ ottenuto quel secrezione, autenticazione cosicchГ© le aziende affinchГ© riforniscono la popolare sistemazione organizzata devono disporre di quantitativi di latte tali da non essere congrui con la lavoro di un piccolo nucleo montagnoso mezzo Amatrice oppure unitamente dei criteri di crescita etico o ragionevole.

Noi in un originario momento avevamo scagliato un richiamo per aiuto di un consorzio di pastori perchГ© tutelano il pecorino 100% amatriciano, gli unici di cui ci fidiamo e affinchГ© sosteniamo interamente, ma sono stati proprio sommersi da chiamate da tutta Italia ed hanno saturato la loro effettiva affabilitГ  di prodotto. Quello giacchГ© ora noi stiamo cercando di eleggere, ГЁ concepire un viaggio di ripristino e di aumento giacchГ© rispetti la predisposizione dei luoghi, il sublime aspetto consueto, e la stento di chi ha eletto di fermarsi. Lo stiamo facendo totalitГ  ai produttori rimasti che condividono questa nostra apparizione, affinchГ© si contano sulle dita di una tocco, e cosicchГ© al minuto non sono organizzati attraverso inviare con tutta Italia nГ© hanno sufficienti prodotti da alienare.

Comprendiamo lo anima di assistenza che spinge le persone, toccate nell’emotività, verso voler contegno una cosa nell’immediato, modo mandare un paio di scarpe ovvero una astuccio di alimentazione sopra pacco. Bensì questa eccesso di solidarietà ha per alcuni casi portato all’emergenza dentro l’emergenza, durante non dire di dispersione, come la storia dei magazzini degli aiuti umanitari, qualora è arrivata talmente tanta faccenda (di ciascuno tipo) cosicché moltissima è stata scartata (indumenti, coperte, lenzuola e insieme ciò che non epoca nuovo/imballato/igienizzato) e molta altra è stata stoccata sopra urgenza e senza contare solerte lista alquanto da non riuscire alcune volte verso far affermarsi ciò di cui c’era privazione nel situazione sopra cui c’era indigenza. Tuttavia questa è un’altra fatto.

Durante definitiva, il notizia perchГ© vorremmo darvi ГЁ colui di non affrettarvi per donazioni senza contare metodo ovvero acquisti impulsivi, vi chiediamo di controllare questa impulso alla solidarietГ  per il post-emergenza: stanno in passato emergendo bisogni di altra struttura di una positivitГ  che nei mass mezzi di comunicazione ГЁ giГ  resa nel dimenticatoio, si stanno attivando progetti in la razza pensati mediante la razza e non calati dall’alto, e credo affinchГ© ci cosГ¬ con l’aggiunta di desiderio di codesto urto piГ№ razionale e a allungato termine, se vogliamo davvero cosicchГ© il territorio a purosangue con Lazio, Umbria e Marche, un regione stupefacente da un punto di panorama naturalistico e paesaggistico, sopravviva allo esodo e all’abbandono.

Per chi sceglierà il ossatura sul lento epoca, di nuovo per mettere sulla via l’economia che sopravviverà (e quella che speriamo nascerà) sopra criteri improntati sulla sostenibilità ambientale e associativo, in quella occasione vi chiediamo di aiutare e effondere il nostro intenzione:

Comments are closed.